login

Didattica > Ecologia e sostenibilità dei sistemi produttivi

Informazioni generali

Lezioni a cura di Paco Melià (paco.melia[at]polimi.it)

Orario delle lezioni

Ricevimento studenti

Seminari didattici

Modalità di esame

L'esame è costituito da una parte individuale e da un lavoro di gruppo.

Temi d'esame

Date degli appelli

Programma sintetico del corso

Materiale didattico

Lezioni

Le copie dei lucidi proiettati in aula saranno pubblicate online dopo ogni lezione.

Per accedere al materiale è necessario effettuare il login

Seminari e laboratori

Per accedere al materiale è necessario effettuare il login

Esercitazioni

Per accedere al materiale è necessario effettuare il login

Appunti

Sono disponibili gli appunti di alcune lezioni, gentilmente messi a disposizione dalla studentessa Deborah Paolini. Il contenuto degli appunti non è rivisto dal docente. Per accedere al materiale è necessario effettuare il login

Materiale di approfondimento

Per accedere al materiale supplementare è necessario effettuare il login

 

Indicazioni per l'analisi di un caso di studio

Scopo

Analizzare lo studio di impatto ambientale relativo alla VIA di un progetto o il rapporto ambientale relativo alla VAS di un piano

Gruppi

Il lavoro sarà svolto da gruppi di 3-4 persone

Scadenze

Durata

Ogni presentazione (indipendentemente dal numero di persone che formano il gruppo) avrà la durata di 12 minuti, ai quali si aggiungeranno 3 minuti per domande e cambio di gruppo.

Il cronometraggio sarà inflessibile: riceverete un preavviso a 5 minuti dal termine e uno a 1 minuto dal termine. Il rispetto dei limiti di tempo è oggetto di valutazione, quindi cronometratevi bene!

Contenuti

Dato il tempo limitato a disposizione, dovete trovare il giusto equilibrio tra analisi (livello di approfondimento) e sintesi (livello di completezza). Dovete cioè (1) fare in modo che chi vi ascolta possa capire chiaramente di che tipo di studio si tratta, dove è localizzato il caso di studio, quali sono le sue caratteristiche principali, chi è il proponente, quando è stato svolto lo studio, se l'opera è già stata realizzata o il piano già approvato e (2) fra i numerosi spunti offerti dal materiale documentale, approfondirne uno (o comunque pochi) ritenuto di maggiore interesse. In questo senso, possibili chiavi di lettura sono le seguenti:

Consigli

Formato

Salvate la presentazione in un unico file Powerpoint o PDF

Valutazione

Per gli studenti che devono acquisire il credito di prova finale, le presentazioni saranno valide per l'acquisizione del credito. Per tutti gli studenti, esse saranno oggetto di valutazione ai fini dell'esame e contribuiranno al voto finale per un totale di 6 punti su 30. Verranno valutati, in particolare, i seguenti criteri, a cui sono attribuiti i pesi annotati di seguito:

Il punteggio finale sarà dato dalla somma pesata delle valutazioni rispetto a ognuno dei criteri, graduate su una scala da A (ottimo) a E (insufficiente)

Elenco dei gruppi

La suddivisione dei gruppi sulle due giornate si baserà sull'ordine con cui verranno comunicati i gruppi stessi. Le tempistiche definitive saranno pubblicate quando tutti i gruppi saranno consolidati. Sarà possibile effettuare scambi di data tra due gruppi assegnati a giorni diversi, purché di comune accordo tra i gruppi

La suddivisione dei gruppi sulle due giornate è basata sull'ordine con cui sono stati comunicati i gruppi stessi e sulle esigenze specifiche dei gruppi che le hanno comunicate. È possibile effettuare scambi di data tra due gruppi assegnati a giorni diversi, purché di comune accordo tra i gruppi

Le due giornate di presentazione sono considerate a tutti gli effetti delle giornate di lezione, benché a "classe capovolta". Come per tutte le lezioni del corso, la partecipazione a entrambe le giornate non è obbligatoria (a parte, ovviamente, al momento di presentare il vostro caso di studio). Raccomando però vivamente a tutti di esserci, sia per rispetto verso i vostri compagni (non è piacevole parlare di fronte a un'aula semivuota), sia perché la varietà dei casi di studio (presentati da ogni gruppo attraverso chiavi di lettura personali) fornirà un'ampia panoramica di casistiche e di metodi di valutazione ambientale.

primo scaglione (lunedì 3 giugno)

  1. M. Merlo, E. Prando, G. Sica: Messa in sicurezza del porto di Levante e di Ponente nell'isola di Vulcano
  2. T. Caramanna, R. Venturella: Impianto di trattamento e recupero di rifiuti speciali contenenti amianto
  3. M. Morandi, M. Perricone, G. Russo: Termovalorizzatore a Milano
  4. A. Alberti, L. Cardini, A. Coppola, E. Redaelli: Parco eolico a San Severo (FG)
  5. G. Gualandi, D. Paolini, D. Rigamonti, A. Pignelli: Nuovo impianto di conversione catalitica di sostanze polimeriche da rifiuti speciali non pericolosi
  6. P. Boccardo, P. Cornali, M. Dasti, M. Grimoldi: Centrale elettrica per raffineria ENI di Taranto
  7. S. Caielli, L. Capiaghi: Aeroporto "Il Caravaggio" di Bergamo Orio al Serio, Piano di Sviluppo Aeroportuale 2030

secondo scaglione (martedì 4 giugno)

  1. L. Olgiati, P. Palma, D. Pasini, V. Piuri, R. Priori: Impianto di ricerca idrocarburi
  2. M. Baratto, M. Capelli, C. Vasini: Skyway del Monte Bianco
  3. F. Crisanto, M. Colombo, A. Mandrino, R. Zappalà: Mini impianto idroelettrico sul fiume Lambro
  4. C. Balduzzi, E. Bertin, F. Fustinoni, N. Rizzo: Opera di stoccaggio sotterraneo di gas combustibili (e CO2)
  5. C. Catania, A. Chiacchiera, C. Fortuzzi, F. Rincón, D. Soderino: Ottimizzazione dell'impianto di Termovalorizzazione di Filago (BG)
  6. S. D'Alessandro, S. Pinna, F. Rampinelli, L. Scaldaferri: Ricerca di risorse geotermiche: impianto pilota "Cortolla"
  7. A. Chiecchio, A. Civati, D. Gasparato, L. Martinelli: Sistemazione S.P.2 "Lenna-Foppolo"